Tutto ciò che devi sapere sugli estratti

I succhi vivi di frutta e i succhi di verdura sono per il nostro organismo un’autentica carica ultra energetica, un carburante biologico fondamentale.

A seconda del tipo di frutta o verdura che si sceglie di mixare, le proprietà del succo cambiano, rimanendo di gran lunga migliori rispetto a quelle dei cibi cotti.

Meglio del cibo cotto

Un succo fresco conserva maggiori proprietà nutritive rispetto ai cibi cotti, vediamo perché.

Va considerato prima di tutto che a 54° gli enzimi muoiono, per cui il cibo, sottoposto a temperature oltre i 54° perde molto del suo valore nutritivo.

Secondo, è importante considerare la digestione: il cibo solido ha bisogno di più tempo per essere assimilato e impiega da pochi minuti fino a diverse ore prima che le sue proprietà nutritive siano disponibili per i tessuti e le cellule del corpo. Questo non accade invece con i succhi freschi, poiché questi arrivano direttamente nello stomaco sottoforma di acqua “arricchita”, vitaminizzata, e mettono a disposizione dell’organismo tutti i principi nutritivi subito, senza attendere i tempi della digestione.

Importante è però bere subito i succhi estratti, prima che si avvii il naturale processo di ossidazione, che ne causa il deperimento delle proprietà nutrizionali.

Gli estratti di frutta e verdura, integrati regolarmente in una dieta equilibrata, rigenerano le cellule e fortificano il corpo con una carica unica di amminoacidi, enzimi, sali, minerali e vitamine.

Per fare in casa degli estratti davvero salutari, è preferibile scegliere vegetali molto freschi, provenienti da colture biologiche, senza conservanti o pesticidi.

in News by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *